Sicurezza alimentare

101961 420x270

Il Sistema di Gestione per la Sicurezza Alimentare fissa i requisiti igienico-sanitari per tutti i soggetti coinvolti nella catena alimentare, dai produttori primari ai distributori finali, per garantire uníefficiente gestione dei rischi relativi alla sicurezza degli alimenti.
Basato su un sistema di autocontrollo igienico, esso permette di prevenire in modo mirato eventuali problemi sulle singole fasi della produzione, senza concentrare l’attività di controllo solo sul prodotto finito.

La Norma è stata progettata all’interno della ISO da esperti della industria alimentare, insieme a rappresentanti delle Organizzazioni Internazionali ed in stretta collaborazione con la Food and Agricolture Organization(FAO) e il World Health Organization (WHO) per stabilire le Norme sugli alimenti. Con la ISO 22000 vengono armonizzati a livello internazionale i diversi schemi per l’igiene del cibo o l’HACCP (Hazard Analysis and Critical Control Point) basati su norme nazionali differenti (in Italia la UNI 10854). Per questo motivo Certification International-DeA Italy consiglia in particolar modo a tutte le aziende alimentari interessate all’esportazione l’ottenimento della Certificazione ISO 22000.

Lo standard garantisce la sicurezza agroalimentare “dal campo alla tavola” sulla base dei seguenti principi fondamentali riconosciuti a livello internazionale dagli operatori del settore:

  • una comunicazione interattiva, ovvero un fattore innovativo e fondamentale della gestione dei rischi, che definisce un flusso di informazioni strutturate sia verso l’interno sia verso l’esterno dell’azienda, per garantire un controllo efficace dei fattori di rischio;
  • il controllo di tutte le interazioni tra gli elementi che fanno parte del sistema, per garantire l’efficienza e l’efficacia del sistema stesso;
  • l’adozione degli schemi GMP (Good Manufacturing Practice), GHP(Good Hygiene Practice), GAP (Good Agricultural Practice), di programmi e procedure di manutenzione per attrezzature ed edifici e di programmi di disinfestazione, quali prerequisti per l’adozione di un sistema certificato ISO 22000;
  • l’adozione dei principi HACCP (Hazard Analysis & Critical Control Points) come metodologia di base per controllare i processi produttivi e verificarne la sicurezza, senza appesantimenti di carattere burocratico.

A quali aziende è consigliata e necessaria la ISO 22000?
La ISO 22000 garantisce il prodotto “dal campo alla tavola”, quindi le aziende a cui si indirizza sono tutte quelle direttamente o indirettamentecoinvolte lungo la filiera come ad esempio i produttori di mangimi, produttori primari, industrie di prima e seconda trasformazione, operatori della logistica, distributori, produttori di attrezzature e impianti per l’industria alimentare, del packaging, di prodotti per la pulizia, hotel, ristoranti etc.
Questa è l’unica norma che uniforma i requisiti legislativi di sicurezza alimentare di ogni paese, includendoli in un solo protocollo mondiale.

Obiettivi

Un sistema di gestione efficace della sicurezza alimentare aiuta l’azienda ad identificare e gestire i rischi connessi alla sicurezza  ed alla qualità dei cibi. Certificare il sistema consente di verificarlo rispetto agli standard di riferimento e migliorarlo continuamente. In qualsiasi punto della filiera si trovi l’azienda, il suo impegno su questo fronte avrà una ricaduta positiva non solo sulla sicurezza alimentare ma anche sotto il profilo ambientale e sociale.

Vantaggi
La Certificazione secondo gli standard di riferimento dimostra a tutti gli interlocutori dell’azienda che essa opera attivamente per gestire la sicurezza alimentare e per prevenire i rischi. La certificazione rilasciata da un ente terzo rende credibile e affidabile questo impegno.

Richiedi un preventivo